Biografia artistica Yvonne Maria Teresa Gandini

Dottoressa in “Scienze Riabilitative” ed “Esperta in Comunicazione e Gestione Risorse Umane”, Yvonne Maria Teresa Gandini nasce a Zevio in provincia di Verona.
Nei primi anni della sua vita si manifesta da subito la sua passione per la pittura, pur dovendo realizzare in concomitanza alcune tappe per la sua evoluzione.
Dopo aver conseguito il diploma di maturità Magistrale, studia come Terapista della Riabilitazione presso la Clinica delle Malattie Nervose e Mentali all’Università degli Studi di Roma e ne consegue la qualifica con votazione 70/70 e lode e successivamente anche il diploma da Dirigente di Comunità presso il Ministero dell’Università e della Ricerca di Roma.

La pittrice acquisisce fondamentali conoscenze nel campo delle teorie psicodinamiche grazie al corso presso“La Neuropsichiatria” e viene assunta dalla ASL ROMA H come coordinatore Day Hospital Riabilitativo Occupazionale.
Nello stesso anno consegue l’equipollenza della Laurea in primo livello in Scienze Riabilitative.
Nel corso degli anni, Yvonne Gandini sviluppa particolare interesse nel campo socio-educativoformativo e approfondisce il campo della comunicazione conseguendo un Master in “Comunicazione Efficace e Gestione Risorse Umane” presso la Società Italiana della GESTALT e si dedica ai Progetti Formativi in E.C.M. per la ASLRMH nel ruolo di progettazione e relatore.
Nonostante i meriti professionali però, il contatto con la pittura è sempre presente come un fuoco sotto le ceneri e si affaccia per la prima volta al pubblico nel 1992 quando la pittrice organizza e realizza con il regista Massimo Collins un laboratorio sulla Creatività presso il Teatro di Villa Adele ad Anzio.

Corsi di Pittura ad Anzio, Roma con la Pittrice Quotata Yvonne Gandini

La mia prima storia artistica risale a quando ero una piccola bambina.
La mia storia artistica e’ iniziata a mia insaputa quando piccola andavo alla scuola materna. In quel tempo vivevo a Novi Ligure…e ricordo che la mia maestra appendeva alle pareti della scuola alcuni disegni colorati dei bambini che frequentavano l’anno in corso.
Quando un giorno passò il Direttore della scuola e lui disse indicando un disegno” Chi ha fatto questo disegno” Poi aggiunse” questa bellissima casetta già in prospettiva”? Ed io che ero già un po’ miope non avevo visto che si trattava del mio e tantomeno me l’aspettavo che si riferisse al mio disegno …quando la maestra invece fece il mio nome segnandomi con un dito e rivolgendomi il suo sguardo..mi indicò al Direttore.

Ricordo esattamente quel momento in cui per la prima volta mi arrivò un inaspettato e pubblico riconoscimento…non so dire se ero contenta o altro..ero troppo stupita…ma di certo quel momento segnò una consapevolezza di qualcosa che riguardava me ed in cui ero brava e mi distinguevo.
Aggiungo un altro momento-ricordo di quelli che ci accompagnano in modo colorato ed affettuoso nel nostro cammino.
Era uno dei giorni che precedono il “ Santo Natale”…e riguarda un tempo in cui sempre ero molto piccola..tant’è che aspettavo “Babbo Natale” insieme alla nascita di Gesù Bambino.
Comunque mia madre insistette in modo inedito ed inusuale affinchè andassi a fare un riposino pomeridiano ed io ne ero molto contrariata in quanto non riuscivo a dormire di notte.. ..figuriamoci di giorno..ma lei fu inspiegabilmente risoluta..e dato l’insistenza di mia mamma ed il freddo dovuto al clima rigido e la tanta neve scesa negli ultimi giorni ..riuscii ad addormentarmi.
Il “ Risveglio” fu unico ed indimenticabile.
Mio padre in quel frattempo aveva realizzato un “ Presepe” con tanto di pastori e di… tutti i personaggi..che ne fanno parte in primis “La Madonna e San Giuseppe mentre Gesù Bambino.. mancava perché doveva ancora nascere.
Ma la cosa che per me fu più strepitosa..” Era che mio padre in così poco tempo aveva dipinto tutto lo sfondo del Presepe in un immenso cartone che mi rimbalzava allo sguardo..quasi portandomi in una dimensione di sogno ad occhi aperti……ricordo il blu della notte..le piccole luci fatte di stelle da lui dipinte con sopra le lucine vere..la grande Stella Cometa…ed ancora grandi e piccole montagne dipinte nello sfondo..i ruscelli……io rimasi lì come” INCOLLATA “e quell’istante ancora si riflette nella mia memoria in modo incancellabile ed incredibilmente vivo e profondo segnando un ricordo che continua a farmi compagnia nel tempo che passa.
Qualcosa di nuovo era successo”….Un nuovo piacere fatto di luce ..colori e pittura…tenuti insieme e regalati dall’amore di mio padre… come per magia mi riempiva completamente il “ Cuore”.
Fanno seguito molti altri momenti fatti di ricordi significativi….ma questi..”Hanno aperto la Strada alla mia amata Pittura”.

➢ 2000
Luglio e Agosto partecipa ad alcuni lavori personali di pittura come la mostra presso l’Hotel Hilton di Roma e l’esposizione pittorica presso la Piazza Don Luigi Sturzo a Roma.
➢ 2001
Agosto e Settembre la pittrice partecipa al Salotto delle Arti a Lavinio ricevendo un attestato e alla Rassegna Internazionale di Pittura e Scultura-Premio Europeo TINDARI TerzoMillennio in Piazza dei Satiri a Roma.
Novembre E’ partecipe della premiazione al “Progetto Inside” volto al riconoscimento europeo per le arti visive presso la Galleria Forum Interat di Roma e riceve per meriti artistici la Coppa Millennium.Partecipa, poi, alla mostra di Artisti Contemporanei presso la Galleria “Spazio per l’arte” in Piazza Ruffina in Trastevere a Roma.
➢ 2002/2003
Luglio Partecipazione alla Mostra di Pittura “Roma in Arte” presso la Galleria “Spazio per l’Arte” e partecipa alla Rassegna di Arti Visive della Galleria Forum Interat presso il Forte San Gallo a Nettuno con la mostra intitolata “Grandi Maestri e Nuove proposte”.
Settembre Prende parte a 5 giorni di seminari empirici-emotivi per il 1° e il 2° ciclo evolutivo (Il Teatro del Sé) con sede presso la Chiara di Premiano organizzato dall’ Associazione Culturale “Centro del Pensiero Positivo”.
Ottobreprende parte ad una Mostra Personale di Pittura intitolata “Trasformazione” presso il Salone delle Conchiglie a Villa Adele-Anzio con il patrocinio dell’Assessorato del Comune di Anzio nella quale ha presenziato la giornalista e critica d’arte Mara Ferloni.

➢ 2004
Agosto Yvonne Gandini realizza due mostre personali di pittura: la prima intitolata “L’evento pittorico” allestita presso l’Hotel Succi di Anzio e la successiva presso il Salone delle Conchiglie, evento patrocinato dall’Assessorato alla cultura e della pubblica Istruzione di Anzio.
➢ 2005
Maggio partecipa alla Rassegna d’arte “Re di Roma” con l’Associazione Art Studio Tre e, presso il Comune di Palombara Sabina, partecipa al concorso di Pittura sul tema “La Divina Commedia- un viaggio tra sogno e realtà”.
A Luglio realizza la mostra personale di pittura “Il fatto e l’antefatto” per Mnemosine ad Anzio e realizza uno spazio pittorico intitolato “Tra creatività e arte”.
➢ 2006/2007
Realizza una Mostra personale di Pittura intitolata “L’Aurora” al raffinato “Spazio Arte e Cultura” di Flavio e Renato Sartor presso l’Hotel Ancora e il Grand Hotel Majestic Miramonti a Cortina D’Ampezzo.
➢ 2008
12 AgostoDurante la mostra collettiva “Io Amo il mare” le viene conferito un diploma di merito presso la Sala delle Conchiglie di Anzio e il 27 Ottobre, presso la Galleria Astrolabio di Roma, conferisce un ulteriore Diploma di merito.
Novembre partecipa con i suoi quadri ad una mostra collettiva di pittura presso la “Galleria Astrolabio” con la direzione artistica di Tamara Cibei e consegue il premio “Le ultimi luci di fine estate”.
Nello stesso mese realizza, poi una Prima di pittura presso il Salotto Romano Mnemosine in Via Condotti a Roma.

➢ 2010
Gennaio istituisce e costituisce una associazione culturale e a promozione sociale denominata “Euterpe” e di cui diventa Presidente; seguono, poi, vari workshop sul tema l’arte di comunicare.
Dal 22 al 29 Maggio organizza una mostra personale presso il Ristorante Flora sito in Via Flora 11 ad Anzio (Rm)
Luglio realizza una Personale di pittura presso il “Forte San Gallo” di Nettuno dal titolo “Emozioni riflesse”La mostra è organizzata dall’associazione Culturale “EUTERPE” di cui è Presidente..
Agosto allestisce un’altra Personale di pittura presso il Museo Archeologico sito nella “Villa Neroniana” di Anzio.
Dall’11 al 26 Settembre- Minipersonale a Spoleto presso la Galleria “Bottega dell’Arte”intitolata “Oltre l’immagine”.
Dal 24 al 27 Settembre Partecipa al “Spoletofestivalart” presso il Chiostro di San Nicolò
Dal 12 al 17 Ottobre prende parte ad una Minipersonale a Salvador-Bahia- Expoart
➢ 2011
La pittrice prende parte all’Accademia d’Arte del Conte Daniele Radini Tedeschi e, durante il mese di Febbraio,partecipa al “Premio Lupa” e riceve un riconoscimento per il dipinto “Il casale con davanti il roseto” classificatosi al 2° posto.
Dal 19 al 25 Marzo partecipa alla Mostra d’arte presso Le Catacombe della Suburra intitolata “Tradizione e Innovazione nell’arte”.
Dal 24 al 31 Marzo prende parte ad una minipersonale presso il Palazzo Maffei Marescotti intitolata “Il senso del Sacro” presso la galleria “La Pigna” a Roma e a cura del Conte Daniele Radini Tedeschi.
Dal 2 al 6 DicembreMostra personale di pittura presso la Sala Manzù ad Aprilia intitolata “Dove mi porta il cuore?”

➢ 2012
Durante quest’anno partecipa alla II Edizione del Concorso di Arte Sacra “Sine Deo Nihil 2012- Tema la Resurrezione” e si classifica in IV° posizione.
Dal 23 Giugno al 1 Luglio Mostra collettiva– evento presso la Sala Manzù ad Aprilia intitolata “Il velo di Euterpe”.Ideata ed organizzata dall’Associazione Culturale “Euterpe” di cui è Presidente.
Dal 30 Luglio al 5 Agosto-Minipersonale presso il Forte San Gallo di Nettuno intitolata “Vibrazioni d’estate”.
Ottobre-Novembre ha allestito due mostre collettive intitolate “Tra l’impressionismo e l’astrattismo” presso la Galleria “Arte Maggiore” in via di Santa Maria Maggiore a Roma.
17 Novembre- L’Associazione Euterpe promuove l’Associazione i Creativi di Roma presso la Galleria d’Arte Maggiore attraverso un workshop intitolato “Arte e comunicazione: cosa hanno in comune”. Questa iniziativa viene condotta dalla pittrice stessa.
Dal 5 al 15 Dicembre partecipa alla VI Rassegna Internazionale di Arte Contemporanea “Arte del Terzo Millennio- Luci di Natale 3” L’evento si è svolto presso la Villa Doria Pamphili e, in questa occasione, le viene conferito il Diploma D’autore.
➢ 2013
Febbraio partecipa alla mostra collettiva dal titolo “L’arte di fare il bene” presso la Villa Sarsina di Anzio. La pittrice in questa occasione ha donato due sue opere per beneficienza, permettendo così la raccolta per l’acquisto di varie strumentazioni donate all’Ospedale di Anzio.
Marzo nasce “IL RIVELISMO”, ideato e costituito da Yvonne Maria Gandini e l’artista Silvano Ottaviani a cui poi si sono aggiunti altri artisti. Ha da subito i diritti d’autore e la paternità della Siae. Si tratta di un movimento di arti visive. Vedi “www.rivelismoitaliano.it”.
Dal 22 Giugno al 2 Luglio partecipa al Premio Capitolium presso la Galleria Agostiniana a Piazza del Popolo a Roma e prende parte all’Arte del Terzo millennio. In questo stesso periodo ottiene il primo premio per il dipinto “Salvezza”.

➢ 2014
Dall’11 al 19 ottobre Mostra “Artisti in cammino” Sala Manzù..di Aprilia Mostra collettiva ideata e realizzata dall’associazione Culturale “EUTERPE” di cui é Presidente.
Partecipazione alla Fiera di arte Contemporanea di Padova.
Dal 13 al 16 Novembre Contemporany Art-Talent-Show
Partecipazione come docente all’evento “Arte e Comunicazione “presso la Galleria di arte Maggiore in Roma.Novembre 2016.
➢ 2015
Dal 27 giugno al 12 luglio Mostra di pittura collettiva “Anzio ed il suo mare si Rivelano” promossa dall’associazione culturale “EUTERPE” di cui è Presidente.
Mostra collettiva sulla “Jubilaeum Misericordiae” presso il Seraficum di Roma con la collaborazione del critico Gastone Indoni e promossa da URBIS ET ARTIS International.
Ottobre Nascita attività incontri per i bambini sul tema di nuove sperimentazioni espressive quali la pittura, il disegno e la creatività che la vedono giuda di formazione nel campo dell’arte espressiva visiva.
Dal 19 al 27 Dicembre Mostra collettiva di pittura “Riveliamo il Natale oggi” presso la Cappella della chiesa di San Pio e Antonio in Anzio e promossa dall’associazione culturale Euterpe di cui è Presidente.

➢ 2016
Febbraio Fiera d’Arte Contemporanea a Genova
Concorso di pittura “Misericordiae Vultus” svolto nella diocesi di Parma
18-29 Giugno Mostra collettiva di pittura presso le Sale espositive del Palazzo dei Capitani in Piazza del Popolo di Ascoli Piceno. Organizzata dall’Associazione Culturale Euterpe di cui sono Presidente
25 settembre al 2 ottobre Mostra personale di pittura dal tema “L’Estetica del Rivelismo” presso il Santuario di S.Teresa in Anzio dal Critico d’arte Mara Ferloni ed Ennio Laudazi.
Nascono i corsi per formazione di tecnica espressiva pittorica per adulti denominati “ RIVELISMO”.di cui sono conduttore e formatore.
Periodo Natalizio Mostra di pittura “Alla scoperta del Natale con l’arte della pittura nel Natale presso il Centro Ecumenico di Lavinio con il critico d’Arte Mara Ferloni e attività promosse dall’associazione culturale Euterpe di cui sono Presidente.
➢ 2017
Novembre 2016- Dicembre 2017 Partecipazione nelle pubblicazione nel Catalogo di Arte Moderna di Giorgio Mondadori…nelle pagine degli Artisti Italiani dal primo novecento ad oggi [CAM numero 52]
24 giugno al 16 luglio Spoleto Meeting Art presso il Caffè Letterario di Palazzo Mauri. La mostra è ideata e promossa anche dall’associazione Culturale “Euterpe” di cui sono Presidente con la presentazione del Presidente dell’Evento Prof. Luca Filipponi e la Direzione Artistica di Paola Biadetti.
8 Luglio Premio Internazionale per il dipinto “L’Esodo Dimenticato” in occasione del Spoleto Festival Art presso Palazzo Dragoni via del Duomo 13
12 settembre al 12 novembre Grandi mostre a Palazzo Zenobio a Venezia in contemporanea della Biennale di Venezia con il critico Prof Giorgio Grasso.
Novembre Presentazione movimento del Rivelismo.
Dicembre
Natale a Palazzo Zenobio Mostra collettiva con il Critico Prof Giorgio Grasso.
Nasce il mio nuovo sito” wwwrivelismoitaliano.it”
Premio Bimilennario della morte di Tito Livio. Mostra collettiva di pittura c/o orto botanico dell’università di Padova con il Critico d’Arte Giorgio Grasso
Attestato di ringraziamento per la donazione di una mia opera pittorica a favore della beneficenza promossa dall’associazione culturale ed artistica “Nuova Musa”

➢ 2018
Presente nella pubblicazione del Arte Moderna 2017-2018 di Giorgio Mondadori [Gli artisti italiani dal primo Novecento ad oggi. CAM numero 53]
Presente nella” Collezione di Vittorio Sgarbi”- Certificato di archiviazione numero “ R411” e “R 412”
20 gennaio- 3 febbraio la mostra procede poi a Tivoli presso le “Scuderie degli Estensi”
Partecipazione a mostra Collettiva “Il Cassetto dei Ricordi” presso la Galleria di Art Saloon di Ariccia
17 febbraio – 3 Marzo 2018 Mostra collettiva” Rosso come l’amore” presso la Galleria Art Saloon di Ariccia con la collaborazione della curatrice Alessandra Altieri..
Maggio Partecipazione all’evento “Arti visive” “Seduzione e Rivelismo presso la chiesa sconsacrata di santa Maria in Chiavica a Verona.MINIPERSONALE.
Giugno Partecipazione all’evento di arti Visive “In colori e le emozioni dell’anima presso il Museo della legione Partica di Albano Laziale.
Luglio Organizzazione Mostra collettiva “Frammenti di colore” presso la Villa Sarsina di Anzio
Agosto Esposizione minipersonale “Oltre l’azzurro del mare” presso lo spazio espositivo dell’Atrio del comune dell’Isola de La Maddalena .

Premio internazionale “Livius noster” duemila anni dopo la morte di Tito Livio. selezione e presenza,
presso l’università di Padova del mese di novembre a cura del prof. Giorgio Gregorio grasso.
Roma d’arte expo ”premio fieristico d”arte moderna e contemporanea.
presso lo stend di avanguardia italiana.
aprile 2019…minipersonale…dal titolo” nel segno e nel colore” presso la galleria artistica “numen” in Roma, via capo d’africa.
maggio 2019…evento di pittura dal titolo “nel segno e nel colore” presso la galleria numen in via capo d’africa.
maggio 2019, presso il circolo didattico di nettuno…ho organizzato un seminario…con laboratorio dal titolo “la scuola di pittura del Rivelismo italiano con abbinata una mostra di pittura.
giugno 2019 mostra di arti visive “la bellezza rivelata” presso le sale espositive del castello Caetani di Fondi.
Sono presente nel catalogo di arte moderna dell’editoriale Giorgio Mondadori nell’ ultimo numero cam 55 che riguarda “gli artisti italiani dal primo novecento ad oggi”.
Stessa presenza per i numeri cam 54 e cam 53…sempre editoriale Giorgio Mondadori relativi per il 2019-2020 e ancora prima 2018-2019…e ancora prima 2017-2018 lo stesso catalogo dell’arte moderna.
NEL SETTEMBRE 2019 ho riconfermato il movimento artistico denominato “RIVELISMO” con diritti d’autore e Paternità della SIAE con il coofondatore artista dott. Silvano Ottaviani.
Sono Presidente dell’ASSOCIAZIONE CULTURALE EUTERPE DALL’ANNO 2010 a tutto oggi.

Insegno pittura, disegno e creatività ai bambini e agli adulti.
Seguendo linee guida di esperienza, competenza e continiutà, tratte dalla mia peculiare formazione didattico-culturale ed esperenziale. E confrontandomi con maestri di arte pittorica di fama internazionale.

Cosa hanno detto di me…

“Le opere di Yvonne M.T. Gandini palpitano di luce: luce scavata dalla tela a colpi di spatola e di colore sì da creare vibrazioni ed emozioni che suscitano stupore e ti illuminano il cuore di gioia. Se il compito dell’artista è di mandare luce nelle profondità del cuore umano, Yvonne Gandini questo ruolo lo assolve con fedeltà sostenuta anche da una grande perizia tecnica”.
Don Nello Palloni, pittore umbro, Maestro d’arte Futurista nonché Parroco nella chiesa perugina di San Barnaba

“E’ molto eloquente e personale il linguaggio cromatico con il quale Yvonne M.T. Gandini, artista dotata di grande sensibilità, riesce a far palpitare sulle tele magici paesaggi, splendidi fiori ,figure femminili, mari che rappresentano sempre momenti di intensa comunicazione con tutto ciò che le crea emozioni e vibrazioni segrete. Accarezza con gli occhi il mondo della natura che la circonda, lo costruisce con il segno, e lo veste di colori ora sensuali, ora diluiti in una morbida sintesi. Nelle sue opere la luce è sempre dominante, protagonista direi, perché è convinta che basi guardare la maestosità del creato per amare la vita e diventare più buoni. Per Yvonne l’ispirazione parte sempre da un fatto emozionale, profondo che trova le sue radici nell’amore, nel desiderio di quella luce che sospinge al risveglio, quella luce dolce che illumina le cose, ma anche e soprattutto l’anima ed il pensiero”.
Mara Ferloni, critica d’arte e giornalista

“….Allora immaginiamo anche solo una volta, di entrare in un quadro di Yvonne M. T. Gandini, di lasciarci afferrare dalla bellezza della sua pittura, di diventare linea e colore, simbolo, forma e massa,, di possederne le intrinseche caratteristiche, di immedesimarsi in quel “qualcosa”, rimanendo, invece una persona, ed acquisire quel “quid” di creativo, di originale e di unico che c’è in ogni opera d’arte dell’artista stessa….(..) Il quadro contiene la sensibilità squisita della sua creatrice,la delicatezza del suo pensare e del suo vivere, la leggerezza che si traduce in luce della resa pittorica che diviene quasi trasparenza, nelle pennellate a colore, nella materia, per interpretazione di sé medesima. Accogliamo dentro di noi un rosa veneziano, un grigio nuvola, un polveroso azzurro, un blu cobalto, un rosso magenta, un verde ramino , un giallo brillante e lucente, ma anche un nero pastoso ed un filo di dorato di un segno grafico, che ridefinisce uno spazio…tempo(..). Poi intrisi di colore emotivo riusciamo a brindare, un giocoso insieme, quello salottiero di Mnemosine, con l’artista Yvonne M. T. Gandini in tète a tète di amicizia artistica privilegiata.

Marinella Canale, primario-Dott.ssa e critica d’arte

“ Uno spazio prestigioso in una delle cornici mondane più famose, sono a testimoniare il percorso artistico e l’evoluzione che , in pochi anni, la geniale pittrice veronese ha saputo realizzare. Una passione nata seguendo l’istinto del desiderio, che ha dato corso a quella particolare sensibilità percettiva della realtà naturale a cui si ispirano le opere della Gandini. E non è a caso se proprio la luce e lo spazio sono gli elementi che per primi colpiscono l’occhio dell’osservatore, via via preso dai colori che sfumano dando ampie prospettive, portando a sentire “risuonare” qualcosa dentro. La natura è la vera protagonista della pittura rappresentazionale di Yvonne M. T. e la figura umana, quando presente “graffia e pizzica” la tela con immaginarie unghie dei sentimenti e dello sguardo creando così variazioni di luce e dissolvenze di colore che fanno intuire tracciati che fanno poi intuire nell’insiemi, una carezza percettiva. Il mondo interno e quello esterno trovano così nella tela il luogo del loro contatto e all’occhio di chi contempla appare, rispecchiato, quello delle emozioni, e l’invito a “sentire” e a sintonizzarsi sul tempo” naturale” della vita e non su quello della fretta e del tutto”.
Giuseppe Fabiano, Primario, Dott. giornalista e scrittore

Tratto da il volume “Il senso del sacro” a cura di Daniela Radini Tedeschi
La pittrice Yvonne Gandini rientra nel numero di quegli artisti indirizzati in una ricerca atmosferica dello stato d’animo, conducendo pertanto la propria speculazione artistica in direzione di un illusionismo fantastico. Nell’opera “Laguna Veneziana” si riflettono con perizia tecnica e le continue variazioni della luce e dell’atmosfera sulla superficie dell’acqua.
Lo stile è erede della tradizione moderna dove la materia diventa elemento narrativo che accresce il pathos della scena.
Le regole prospettiche non impongono la loro geometrica esistenza, ma sono sostituite da un calcolo dettato più dai sensi che dalle linee.
L’artista predilige paesaggi, vedute urbane con scorci affollati di persone, scene lagunari e, dato assai curioso, raffigurazioni di vortici, dipinti con piglio espressionista e con vigore assai notevole.
L’estrema potenza dinamica di questi gorghi marini, di codesti mulinelli d’acqua, simboleggia il tormento interiore, la sofferenza dell’animo. (d.r.t.).

Brochure personale di pittura “Dove mi porta il cuore” Yvonne M. Teresa Gandini
“Dove mi porta il cuore?” E’ questo che si chiede la pittrice Yvonne Gandini, ma dove porta il cuore di ognuno di noi? La domanda sembra poter trovare risposta di fronte a queste tele dai soggetti diversi ma unite da un unico filo conduttore: una pittura emozionale, resa con colori corposi e tangibili, energici come lo spirito che li crea e che si dissolvono soavi verso orizzonti lontani… lì
dove ogni domanda trova la sua giusta conclusione. Non ci troviamo di fronte a semplici vedute, scorci cittadini o scene di vita quotidiana, in questi quadri c’è tutto il sentire dell’artista. Il suo pennello è guidato non solo da una mano capace, ma dal suo cuore.
Carla Ofria, curatrice e Storica dell’arte.

Tratto dal volume “Luci di Natale 3-Roma” a cura di Angela Chiassai
“CLASSE A MAHAMOD– Yvonne Maria Teresa Gandini
Opera significativa ed esteticamente molto appropriata, nel confronto tra la misurata forma femminile e la fonte di luminosità. Arte delicata e sincera, in forma contenuta e lineare, di tradizione e creatività.
Prof. Alfredo Barbagallo

Tratto dal volume “Arte in cammino- Premio Capitolium 2013 Roma”
Yvonne Maria Teresa Gandini e la sua opera “La Salvezza” (olio su tela, cm 70×80)
L’opera trova il suo naturale significato nella sensibilità e nella poesia innata nell’animo dell’artista, che nella natura trova una profonda fonte di ispirazione.Così anche i rami secchi, nella malinconia dell’inverno, possono accogliere piccoli palpiti di vita in attesa di rinascere più rigogliosi nell’albero della vita.
Primo premio di arte figurativa. Prof. Mara Ferloni
L’artista ha saputo cogliere con fantasia ed emozione l’attimo in cui la foglia si perde e si sta per staccare dal ramo. Intanto, con un intreccio filiforme, i rami formano un filtro visivo della veduta cittadina alleggerita dallo specchio d’acqua. Buona e complessa composizione formale ed emozionale.
Arch. Barbara Righetti

La Tecnica di rilievo dopo più stesure di colore conferisce alla creazione artistica un effetto di tridimensionalità che consente di evidenziare un nuovo visibile reinterpretato, “rivela l’anima nascosta, prima solo percepita. Così l’opera diventa sintesi del Mistero dell’Immenso, raccoglie il cuore del mondo, legato al pensiero tra segni e colori disciolti su tele sull’ala del vento.
Così sintetizzo il mio pensiero sul “Rivelismo” che Yvonne Maria Teresa porta avanti con passione da ormai diversi anni per contribuire a risvegliare la speranza di un ritorno a quei valori assoluti che in questa nostra epoca di grandi contrasti, di tecnologie cosi avanzate spesso a danno della semplicità e dei sentimenti, sembrano essersi assopiti.
Nelle opere di Yvonne Maria Teresa Gandini, c’è la felice sintesi di cromie suggestive nelle quali l’elegante rielaborazione di colori e materia fusi, danno luogo a suggestive immagini piene di interessanti variazioni tonali e di significativi “rimandi” dal forte impatto visivo ed emotivo.
MARA FERLONI—CRITICA E GIORNALISTA D’ARTE.
IN FEDE” YVONNE MARIA TERESA GANDINI”.

I commenti sono chiusi